Osmotech e Smell Festival: la scienza degli odori appassiona

Smell Festival 2017 Osmotech

È stato un successo l’incontro organizzato con Maurizio Benzo di Osmotech all’ottava edizione di Smell Festival dell’Olfatto di Bologna, dal titolo Sensibili agli odori – Misura degli odori ambientali e inquinamento olfattivo (che avevamo annunciato qui).

Una nutrita partecipazione di pubblico, attento e curioso, ha confermato quanto il tema degli odori e della nostra sensibilità olfattiva sia non soltanto un problema molto sentito ma anche un argomento affascinante.

Scienza e tecnica degli odori

Si è parlato di scienza e tecnica degli odori: di chimica e molecole odorose all’origine di ciò che può estasiare o disgustare il nostro naso (dal linalolo di mughetto e basilico ai temibili composti solforati legati alla decomposizione organica), di come l’odorato funzioni a tutela della nostra salute (l’odore come segnale d’allarme), di cosa siano le emissioni odorigene e come si possano catturare e “impacchettare” gli odori per analizzarli chimicamente e per via sensoriale, misurandone la qualità (il famoso tono edonico), l’intensità e la concentrazione nell’aria o in un liquido.

Il pubblico ha potuto così esplorare una materia che di norma rimane confinata nei laboratori olfattometrici, e in ambito tecnico e industriale, ma che oggi è di grande interesse per i cittadini e le comunità.

Maurizio Benzo allo Smell Festival
Maurizio Benzo allo Smell Festival 2017
Francesca Faruolo
Francesca Faruolo

Accogliere questa ulteriore prospettiva di conoscenza del “mondo odoroso” all’interno di Smell Festival, la prestigiosa rassegna dedicata alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo, ha significato proporre un aspetto insolito e ancora poco noto del vissuto sensoriale legato al naso.

Il merito va alla profonda e colta sensibilità degli organizzatori, guidati dal “fiuto” finissimo di Francesca Faruolo. Vogliamo ringraziarli ancora, per il loro lavoro e per aver invitato Osmotech a raccontare il proprio in un evento così autorevole e stimolante. Condividendo l’idea che il senso dell’olfatto si debba conoscere, esperire, allenare e celebrare in tutte le sue meravigliose capacità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *